LL99 Limitatore di carico SIL 2

  • Sistema a canale doppio (ridondante) con due ingressi per celle di carico indipendenti, in accordo alla categoria 3 secondo la norma EN 13849-1:2008, PL d (corrispondente alla SIL 2, norma EN62061).
  • Limitazione del carico a doppia sicurezza, mediante controllo del doppio canale (ognuno con propria logica).
  • Relè per intervento soglie di allarme e preallarme.
  • Segnalazione di allarme in seguito a guasto connessione cella di carico.
  • Set-up e taratura tramite tastiera e display.
Categorie: , , , ,
   
Per poter vedere il .pdf e il file edraw devi registrarti

Il limitatore di carico LL99 è un sistema a canale doppio (ridondante) con due ingressi indipendenti per celle di carico, in accordo alla categoria 3 secondo la norma EN 13849-1:2008, PL d (corrispondente alla SIL2, norma EN62061).  Ogni canale ha logiche separate ed entrambi i canali sono verificati tramite “watchdog” indipendente (categoria 3 secondo la EN13849).
Per ciascuno dei due canali è previsto un convertitore ADC che acquisisce il segnale della cella di carico, un microcontrollore che riceve il dato dal ADC, due relè di attuazione.

Attraverso la programmazione di 2 livelli (utilizzabili come preallarme e allarme) viene costantemente controllato il carico rilevato, con l’intervento dei quattro relè, in caso di superamento delle soglie prefissate (relè normalmente chiusi, che si aprono al superamento della soglia).

Vengono inoltre costantemente controllate altre possibili condizioni di allarme (con segnalazione a display ed apertura simultanea di tutte le uscite a relè) quali:

  • una differenza dei segnali misurati, oltre quanto prefissato
  • segnali fuori dal campo di misura, positivo e negativo
  • mancata connessione delle celle di carico
  • mancata taratura
  • alimentazione non corretta, celle di carico e strumento di misura
  • guasto contatti relè
  • guasto interno (comunicazione tra i due sistemi e di memoria)

Qualora venisse a mancare qualunque condizione di corretto funzionamento, i relè sono immediatamente messi in stato di allarme (diseccitati).

Il set-up e la taratura sono gestiti attraverso display e tastini di programmazione, a bordo scheda.

 

Alimentazione raccomandata

da 10 a 30 Vdc (protetta contro inversione di polarità, con fusibile ripristinabile)

Assorbimento max.

6 VA

Isolamento

Classe III

Risoluzione interna ADC: 24 bit
Display: 4 digits LED a 7 segmenti rossi
Risoluzione del peso visualizzato : fino a 10.000 divisioni sulla portata utile

Linearità: ≤ 0.01% FS
Campo di misura : da -3.9 mV/V a +3.9 mV/V
Filtro digitale : selezionabile 0.25 Hz – 3 Hz
Controllo interruzione cavi cella: presente
E’ possibile collegare allo strumento fino ad un massimo di  4 trasduttori estensimetrici – in parallelo tra loro – con impedenza 350 Ohm.

L’alimentazione ai trasduttori è protetta contro i corto circuiti
Uscite : 4 relè (Relè per intervento soglie di allarme e preallarme – 24 Vcc, un contatto in scambio – con corrispondente LED che ne indica lo stato)
Portata contatti relè’ 2A
Temperatura di funzionamento : da -10°C  fino a +50° C (umidità max 85%, senza condensa)

Temperatura di stoccaggio: da -20°C a +60°C

Taratura del sistema di misura: teorica o con peso campione

Conformità alle Normative:

  • EN61000-6-2, EN61000-6-3 per EMC
  • EN61010-1 per Sicurezza Elettrica
  • EN13849-1 parti dei sistemi di comando legati alla sicurezza

Dimensioni scheda: 134 mm x 107 mm x 30 mm (l x h x p) morsettiere comprese
Montaggio : Fissaggio con 4 viti o supporto per profilato DIN o barra OMEGA (Materiale supporto : Poliammide 6.6 UL 94V-0 autoestinguente)

Connessioni mediante per sensori, alimentazione ed  uscite relè mediante morsettiere estraibili, a vite, passo 5.08 mm

In costruzione